come potare albicocco

Come potare un albicocco: Consigli e Tecniche di Potatura albicocco

Potare un albicocco è un’operazione delicata e precisa e, come molti altri alberi da frutto, anche in questo caso è da prediligere la potatura di formazione o allevamento.
Con questo tipo di potatura si dona alla pianta la forma che più si addice alle sue esigenze:

  • di produzione
  • di raccolta
  • ornamentali

Gli alberi da frutto in generale, a differenza della potatura della vite ad esempio, richiedono una particolare attenzione nel tipo di taglio da effettuare per aiutare il giusto sviluppo dei rami e permettere la maturazione dei frutti.

Questo tipo di potatura viene praticata nei primi anni di vita e mira a conferire alla pianta l’impronta, lo stampo che poi l’accompagnerà per tutta la sua vita in modo da renderla conforme agli scopi di produzione qualitativa e quantitativa migliore.La potatura in generale, comunque, viene praticata proprio per garantire alle piante una crescita armoniosa.
Il primo intervento si fa con un unico taglio, ad una altezza dal suolo che va dal ½ metro ai 2 metri circa in base all’altezza della chioma, con cui si rimuove la parte apicale della pianta.

 

Come procedere dopo il primo taglio

Dal primo taglio effettuato sulla giovane pianta, con la stagione vegetativa, spunteranno altri rami di cui massimo 4 servono per creare lo scheletro, tutti gli altri andranno tagliati dalla base.
Dei 4 che si salvano, andranno a loro volta tagliati a 20-30 cm dal primo taglio.
Di conseguenza, con la successiva vegetazione, ogni ramo precedentemente accorciato sarà fonte di nuovi rami che, a loro volta, andranno trattati come visto per il primo taglio.
Questa tecnica si protrae per circa 3-4 anni, fino a quando, cioè, si sarà composto del tutto lo scheletro che si voleva creare.

Potatura di produzione

potatura albicocco tecniche

Potare un albicocco, come stiamo vedendo, non significa semplicemente tagliuzzarlo qua e là ma significa creare per lui una vera e propria condizione di vita ottimale.
Dopo la formazione della pianta, inizia la fase della potatura di produzione in cui si crea il giusto habitat per la produzione di albicocche e quindi si provvede a rimuovere i rami secchi, irregolari o spezzati.
Con questo tipo di potatura si vuole tenere in ordine la pianta garantendo il giusto spazio per una buona produzione e una raccolta accessibile e in sicurezza.
L’albicocco, in particolare, risente delle cicatrici dovute alla potatura quindi sarà bene misurare gli interventi per evitare che la pianta vada in sofferenza.

In che periodo si effettua la potatura dell’albicocco

Ci sono due periodi in cui è consigliabile potare l’albicocco:

  • la potatura invernale: eseguita durante il periodo di riposo vegetativo
  • la potatura estiva: eseguita durante la stagione vegetativa

La potatura invernale

Questo tipo di potatura è conosciuta anche come potatura a secco e dev’essere eseguita verso la fine del periodo invernale che, ovviamente, sarà diversa in base alle zone climatiche.
L’albicocco, come il ciliegio, non ama essere manipolato eccessivamente dall’uomo quindi è consigliabile eseguire le potature nel periodo di dormienza in quanto la linfa in circolo nei rami è in quantità minori.

La potatura estiva

Lo scopo essenziale di questa potatura è far arieggiare la chioma della pianta e, per questo motivo va effettuata nel pieno della stagione vegetativa, intorno al mese di giugno.

Quali sono le attrezzature necessarie?

Per l’operazione di potatura è consigliabile utilizzare dei guanti e procurarsi delle forbici da potatura dalla lama affilata per eseguire dei tagli netti.
Esistono in commercio dei modelli di forbici con un ottimo rapporto qualità/prezzo, come quelle acquistabili online sul sito Endrena.com.

1 PIANTA DI ALBICOCCO REALE D’IMOLA ALBERO DA FRUTTO MATURA A GIUGNO


Prezzo: Prezzo non inserito.
Venduto anche a: 0 Esaurito

Potare un albicocco significa aiutarlo a crescere nel modo più corretto dandogli la possibilità di raggiungere il massimo splendore quindi attenzione a farlo nel modo più giusto senza provocare inutili traumi, buon lavoro.Hai mai potato un albicocco? Che attrezzi hai usato?

 

Per approfondire: Quali sono le tipologie di potature

Potare un albicocco è un’operazione delicata e precisa e, come molti altri alberi da frutto, anche in questo caso è da prediligere la potatura di formazione o allevamento. Con questo tipo di potatura si dona alla pianta la forma che più si addice alle sue esigenze: di produzione di raccolta ornamentali Gli alberi da frutto in generale, a differenza della potatura della vite ad esempio, richiedono una particolare attenzione nel tipo di taglio da effettuare per aiutare il giusto sviluppo dei rami e permettere la maturazione dei frutti. Questo tipo di potatura viene praticata nei primi anni di vita e…

Score

x

Check Also

come potare la salvia

Come potare la salvia

Cenni storici e curiosità sulla salvia La salvia è oggi una pianta aromatica molto comune ...