come potare le ortensie

Come potare le Ortensie

Curiosità e caratteristiche delle ortensie

Le ortensie, tra tutte le piante ornamentali, sono simbolo di eleganza e di bellezza. Hanno origini nelle zone asiatiche ma a partire dal XIX secolo vennero importate in Inghilterra e da quel momento sino ad oggi è molto comune e diffusa anche in altri paesi. Si tratta di un arbusto che in alcuni casi può anche essere rampicante.

Ne esistono tantissime specie differenti tra cui la più comune è la grandiflora. Le tonalità di colore sono infinite e alcune hanno sfumature incredibilmente belle che conferiscono alle ortensie un fascino unico e inconfondibile. Le più comuni sono il bianco, il rosa e l’azzurro.

Grandi foglie e fiori armoniosi che si sviluppano a grandi cespugli sono le caratteristiche principali di questa incredibile pianta.

Quando e come potare le ortensie

È importante che tu sappia una cosa, la più importante: le ortensie non andrebbero potate per i primi tre anni di vita. Pertanto se ti hanno regalato da poco una pianta o ha solo un anno di vita, temporeggia, lascia che la natura faccia il suo corso e attendi prima di procedere ad alleggerirla o a liberarla da quelli che secondo te potrebbero essere rami sbagliati o da eliminare.

Quindi se la tua ortensia ha fatto il suo corso, è cresciuta ed è in ottima forma esternamente producendo i suoi bellissimi fiori, allora fermati per un attimo ad osservarla.

Non va aggredita o indebolita ma bisogna eseguire con cura piccoli passi. I periodi ideali sono due, quello autunnale quando termina completamente il periodo di fioritura e quello primaverile, prima di affrontare la stagione calda in cui la si pianta cresce maggiormente e si sviluppa.

Vediamo come procedere con la potatura delle ortensie. Parti dal basso e quindi dalla radice alla base del tronco principale, cerca di renderla libera e forte e quindi di agevolare la nascita di nuovi rami. Solo in un secondo momento osserva con attenzione ogni singolo ramo e i vari nodi su di esso.

Devi sapere che i rami che hanno prodotto i loro fiori devono essere tagliati ma a circa 20-25cm dalla loro origine, mai prima. Agire sempre con tagli netti, precisi e ben delineati senza provocare alcuna schiacciatura ai rami e servirsi di forbici o cesoie per giardinaggio abbastanza robuste in grado di recidere anche i rami più corposi.

In ultimo ma non meno importante, ricorda sempre di sterilizzare e disinfettare gli attrezzi che deciderai di adoperare per la potatura. In caso contrario corri il rischio di trasmettere alla pianta malattie e infezioni. L’ortensia ad ogni modo è un arbusto molto resistente alla avversità pertanto facile da coltivare e far crescere.

 

Consigli utili per prendersi cura delle ortensie

Il terreno ideale per far crescere in modo sano le ortensie deve essere prevalentemente acido. Devi sapere che in base alla tipologia del terreno il colore dei fiori della tua ortensia potrebbe variare d’intensità. Un suolo ideale e corretto ti garantirà di avere fiori belli e splendenti ma soprattutto carichi del colore che desideri.

Quindi presta attenzione alla scelta del terriccio soprattutto nei periodi iniziali di crescita dell’arbusto di modo che trovi subito il suo habitat naturale. Prediligi una zona ombreggiata e non molto esposta al sole e al vento, e cerca sempre di essere parsimonioso con l’acqua.

L’ortensia non necessita di annaffiature particolarmente abbondanti. Un consiglio pratico? Per la potatura delle ortensie vi consiglio di acquistare delle forbici con cricchetto.

Si tratta di un attrezzo particolare che ti consentirà di gestire e tagliare secondo la giusta dimensione del tronco evitando di esagerare e compromettere la pianta. Ora invece voglio svelarti un segreto.


Se procedi con cura e applichi la tecnica della talea, vedrai che nel giro di pochissimo tempo una sola ortensia può essere in grado di farne nascere tante altre.

Ti occorre solo un po’ di pazienza inizialmente ma vedrai che incredibile risultato, e quanta soddisfazione! Cosa aspetti dunque? Rendi affascinante il tuo giardino o impreziosisci il tuo balcone, scegli il colore che più ti piace e corri a comprare la tua magica ortensia.

Ricorda solo di seguire con attenzione tutti i consigli pratici su come potare le ortensie e impegnati sin da subito a rendere la tua pianta forte e bella. Un’ortensia è per sempre!

 

Ricerche simili:

Curiosità e caratteristiche delle ortensie Le ortensie, tra tutte le piante ornamentali, sono simbolo di eleganza e di bellezza. Hanno origini nelle zone asiatiche ma a partire dal XIX secolo vennero importate in Inghilterra e da quel momento sino ad oggi è molto comune e diffusa anche in altri paesi. Si tratta di un arbusto che in alcuni casi può anche essere rampicante. Ne esistono tantissime specie differenti tra cui la più comune è la grandiflora. Le tonalità di colore sono infinite e alcune hanno sfumature incredibilmente belle che conferiscono alle ortensie un fascino unico e inconfondibile. Le…

Score

x

Check Also

come potare albicocco

Come potare un albicocco: Consigli e Tecniche di Potatura albicocco

Potare un albicocco è un’operazione delicata e precisa e, come molti altri alberi da frutto, ...