come potare orchidee

Potatura Orchidee: Tecniche e Consigli per potare le orchidee

Potare le orchidee non mette decisamente tutti d’accordo.

C’è chi sostiene che è sempre sbagliato potare le orchidee per via del rinnovamento spontaneo dopo l’appassimento dei fiori poi, c’è chi, invece, sostiene che va sempre bene potare per eliminare gli steli vecchi così da aiutare il rinnovamento della pianta e, quindi, avere una fioritura migliore.

Le piante da fiore sono molto sensibili alle operazione di potatura ed è bene informarsi sempre prima di tagliuzzare.

Per la potatura delle Ortensie, ad esempio, non tutti sanno che non andrebbero potate nei primi 3 anni di vita.

Esiste una vasta varietà di orchidee ma, quelle che richiedono la potatura, sono le orchidee da appartamento, di quelle coltivate in vaso come le dendrobium e le phalaenopsis e in entrambi i casi la potatura si effettua eliminando i fiori appassiti.

Tecniche di potatura

Ci sono due tecniche fondamentali di potatura:

  • completa rimozione di foglie e fiori appassiti (rimuovendo direttamente dal penduncolo)
  • taglio degli steli improduttivi

Per tagliare gli steli vanno usate apposite forbici per la potatura, da disinfettare sia prima che dopo l’uso e il taglio va eseguito in modo netto e deciso senza lasciare sfilacciature che potrebbero essere strade d’accesso per virus e batteri. Per questo stesso motivo il taglio va poi protetto con del mastice per evitare eventuali infezioni.

Le foglie, invece, vanno recise solo nel caso in cui presentino evidente stato di deterioramento, altrimenti si lasciano cadere da sole a tempo debito.

Potatura Orchidee: Qual è il periodo adatto?

Il momento più adatto per la potatura delle orchidee è il post fioritura cioè quando i fiori appassiscono. Per il taglio dello stelo si tiene in considerazione proprio la fioritura:

  • per le piante che ripetono la fioritura sullo stesso stelo: si procede al taglio a 20 cm dall’origine
  • per le piante che effettuano la nuova fioritura su un nuovo stelo è preferibile recidere lo stelo vecchio dall’origine

E’ bene sapere, inoltre, che:

  • per le varietà di orchidee che prevedono fioriture abbondanti e che si rinnovano autonomamente la potature potrebbe essere un danno gravoso
  • per le varietà predisposte alla potatura, invece, tagli netti e decisi sono sinonimo di rinvigorimento per la pianta

Alcune curiosità sulle orchidee

Bisogna essere dei buoni osservatori quando si decide di coltivare le orchidee, ne esistono, infatti, di tante varietà ognuna molto diversa dall’altra.

Partendo da una buona coltivazione in cui si osservano i ritmi di crescita della pianta, si entrerà in confidenza con lei, proprio come ogni rapporto umano che si rispetti.

Nel processo di crescita, infatti, è possibile che vengano commessi errori di concimazione, di esposizione alla luce o di irrigazione e, proprio per questo, prima della potatura è bene risolvere questi problemi e conoscere alla perfezione i tempi dell’orchidea e le sue abitudini in fatto di germogliamento e riposo.

Orchidee da appartamento: come curarle

Quando si decide di prendersi cura delle orchidee si deve sapere che sono delle piante tanto belle quanto delicate quindi è bene sapere che:

  • vanno tenute in casa ad una temperatura che va dai 18 ai 22 gradi
  • la luce non deve essere mai diretta ma sempre abbondante
  • l’ambiente intorno alla pianta deve essere abbastanza umido
  • nel vaso vanno evitati i ristagni d’acqua
  • l’annaffiatura è consigliata 1 volta a settimana e mai troppo abbondante: preferendo acqua piovana o demineralizzata

Forbici da potatura per orchidee: cosa sapere

Le forbici per la potatura delle orchidee devono essere sottili e molto affilate. Sono particolarmente consigliabili le forbici per la potatura di bonsai che sono affilate e molto precise, per tagli netti. Comunque, in generale, vanno bene tutte le forbici purché affilate.

Importantissimo è il processo di sterilizzazione da effettuare prima e dopo il taglio per evitare che le forbici diventino mezzi di diffusione di virus e batteri.

Potare le orchidee richiede una particolare attenzione ai ritmi vitali della pianta, richiede pazienza e molto buonsenso per evitare danni e garantire una vita splendida a questa meravigliosa pianta ornamentale che vi ripagherà con il suo massimo splendore.

Hai un’orchidea? Hai mai avuto la necessità di potarla?

Acquisti Utili relativi alle orchidee:

Ricerche simili:

Potare le orchidee non mette decisamente tutti d'accordo. C'è chi sostiene che è sempre sbagliato potare le orchidee per via del rinnovamento spontaneo dopo l'appassimento dei fiori poi, c'è chi, invece, sostiene che va sempre bene potare per eliminare gli steli vecchi così da aiutare il rinnovamento della pianta e, quindi, avere una fioritura migliore. Le piante da fiore sono molto sensibili alle operazione di potatura ed è bene informarsi sempre prima di tagliuzzare. Per la potatura delle Ortensie, ad esempio, non tutti sanno che non andrebbero potate nei primi 3 anni di vita. Esiste una vasta varietà di orchidee…

Score

x

Check Also

come potare la salvia

Come potare la salvia

Cenni storici e curiosità sulla salvia La salvia è oggi una pianta aromatica molto comune ...